Lettera di presentazione

La lettera di presentazione, oppure lettera di accompagnamento, è un documento che viene accompagnato al curriculum vitae per motivare la vostra candidatura, proprio per questo motivo è spesso anche chiamata lettera di motivazione.

La lettera di presentazione ha dunque l’obiettivo di presentare voi stessi per un determinato lavoro. In questo breve scritto dovrete valorizzare e sottolineare le vostre doti, facendo capire per quale motivo dovrebbero chiamarvi per un colloquio lavorativo.

Lettera di presentazione: come farla?

La prima cosa da evitare quando si fa una lettera motivazionale è sicuramente quello di creare un modello unico per tutte le aziende e datori di lavoro alla quale invieremo la nostra candidatura. In pratica dobbiamo adattare la lettera di presentazione ad ogni azienda, presentare le motivazioni per le quali vogliamo quel lavoro e facendo capire alla persona che leggerà quanto abbiamo scritto perché facciamo al caso suo.

Evitiamo di fare una lista, altrimenti ripeteremo il nostro CV, ma piuttosto cerchiamo di essere brevi ma discorsivi.

All’interno della lettera di accompagnamento è necessario, anzi vitale, indicare chiaramente l’oggetto del documento stesso. Un esempio è quello di inserire nell’intestazione l’oggetto, proprio come in una mail: “Oggetto: Risposta all’annuncio di lavoro pubblicato sul sito y”.

In questo modo, chi sta per iniziare a leggere la nostra lettera di presentazione già sa più o meno a cosa ci riferiamo. E’ importante anche riuscire a rivolgersi direttamente alla persona che leggerà il nostro CV ed il documento di accompagnamento, se è possibile, altrimenti potremmo inserire un classico “Spett.le Responsabile della selezione dell’azienda X”.

Ma cosa inseriamo all’interno di questa lettera motivazionale? Evidenzia i punti di forza che hai rispetto a qualcun altro: disposizione nel viaggiare, hai fatto corsi in linea con la posizione per la quale ti candidi, conoscenza delle lingue. Inoltre puoi inserire anche delle caratteristiche personali, come la possibilità di adattarti al lavoro in diversi ambiti, evidenzia se possiedi un ottimo carisma, ecc. Insomma, all’interno di una lettera di presentazione dobbiamo convincere il selezionatore a chiamarci per un colloquio conoscitivo.

Lettera motivazionale traccia da seguire

lettera motivazionale

Passiamo ora ad alcuni pratici consigli per migliorare il nostro documento e creare dunque un’efficace lettera di presentazione. Parliamo ovviamente della struttura che dovrebbe seguire e come dovrebbe essere scritta una lettera di accompagnamento correttamente.

  1. Inserire l’intestazione, formale, all’interno della lettera.
  2. Dimostrate, con poche parole, che conoscete perfettamente l’azienda, il contesto lavorativo ed il settore per il quale vi candidate.
  3. Siate propositivi;
  4. Dichiarate la vostra disponibilità a corsi di aggiornamento, corsi di formazione e mettetevi a disposizione nel viaggiare;;
  5. Salutate in modo formale, inserite la vostra firma e le vostre referenze;
  6. elencate gli allegati (Cv Vitae, ecc).

Lettera di presentazione tramite mail

lettera accompagnamento mail

Al giorno d’oggi la maggior parte delle candidature ad un lavoro avviene tramite posta elettronica, quindi dove inseriamo la nostra lettera di motivazione? La mettiamo come allegato?

No, semplicemente al posto del testo della mail, inseriamo la lettera di accompagnamento, presentandoci e seguendo la struttura che abbiamo riportato sopra. Se inviamo una candidatura tramite posta elettronica ricordiamoci di utilizzare una mail professionale, come ad esempio nome.cognome@gmail.com e non quella che usavamo per MSN o che usiamo oggi per Facebook.

Tipi di lettere di presentazione

Esistono diverse tipologia di lettere di motivazione, andiamo a conoscerle insieme per imparare a personalizzare il nostro documento al meglio.

La lettera di presentazione in risposta ad un annuncio

Si tratta della classica lettera di motivazione, viene allegata al curriculum vitae e va compilata come abbiamo visto sopra.

Lettera di accompagnamento autocandidatura

Questa è una tipologia che viene creata per candidarsi ad un lavoro in maniera del tutto spontanea, ovvero senza aver visto un annuncio di lavoro da parte dell’azienda alla quale abbiamo inviato il documento. All’interno andranno inserite le nostre informazioni classiche e più in particolare il motivo del perché dovrebbero assumerci.

Lettera per stage

Una volta che avete finito l’università, oppure durante il vostro percorso di studi, potreste dover creare una lettera di presentazione per Stage. Questa vi consente di spiegare perché volete effettuare un tirocinio presso quell’azienda.

Lettera di motivazione per cambio lavoro

Nel caso in cui volete cambiare lavoro, potete scrivere una lettera di accompagnamento alla nuova azienda, sebbene stiate ancora lavorando nella vostra attuale impresa. In questo caso è inutile sottolineare che volete cambiare lavoro, se inviate un curriculum è evidente che volete farlo, ma magari provate a inserire motivazioni reali come ad esempio la voglia di crescere professionalmente e mettervi nuovamente in gioco.

Video tutorial per fare una lettera di presentazione

Qualche tempo fa online abbiamo trovato alcuni video per poter realizzare una lettera di presentazione efficace, per questo motivo vogliamo proporvi gli stessi filmati per ottimizzare il vostro documento ed aumentare la possibilità di essere chiamati per un colloquio lavorativo.

Seguendo questi pratici consigli di Adecco vi aiuteranno a ottimizzare la lettera di candidatura da allegare al proprio Curriculum Vitae.

Lettera di presentazione passo passo

Ora che sappiamo cos’è una lettera di accompagnamento, andiamo a vedere passo passo come fare per realizzarla in modo efficace.

La prima cosa da fare è scegliere un buon font, chiaro e semplice in modo che non ci sia possibilità di confondersi. Il colore? Nero ovviamente.

Il prossimo passo da fare è inserire i propri dati in alto a destra, con i recapiti telefonici. Il terzo passo è quello di inserire l’oggetto del documento ed indicare, se possibile, il responsabile che leggerà la nostra lettera a sinistra, subito dopo l’oggetto ed inserire i saluti.

Successivamente bisognerà inserire il corpo della lettera, bisogna essere descrittivi ma coincisi, quindi dobbiamo mettere subito in risalto le nostre capacità per quel lavoro. E’ bene indicare nella prima parte della lettera di presentazione la posizione per la quale ci stiamo candidando, nella seconda parte inserire la formazione accademica e professionale, le competenze ed evidenziamo che rispettiamo tutti i requisiti inseriti nell’annuncio di lavoro.

Nella terza parte potremmo inserire la nostra voglia di approfondire le nostre esperienze e la nostra formazione. Infine, bisognerà firmare con nome e cognome per esteso evitando di inserire “Dr., Ing, ” e vari.

esempio lettera di autocandidatura

Ecco come fare una lettera di presentazione efficace passo passo, avete domande? Non esitate a chiedere.